Apostille Italy - Apostille of Documents

Go to content

Main menu:

Apostille Italy

Apostille Countries

Apostille in Italy
The legalisation convention is the convention abolishing the requirement of legalisation for foreign public documents, also known as the Apostille Convention (5 October 1961). This convention does not completely abolish legalisation but shortens the chain so that only a single action is required, the addition of an apostille. A document bearing an apostille does not require any further legalisation by the embassy or consulate of the country in which it is to be used.

Italy Apostille
Italy has agreed to accept the Apostille for the Legalization of documents going to Italy from other contracting states. Many other nations have also signed the Hague Convention agreement making it easier to have any of your United States of America (USA) documents or affidavits such as: Birth Certificate, Marriage License/Certificate, Birth Certificate, Corporate Record, Death Certificate, Court Affidavits, Educational Diploma, Degree, Transcript or any type of document created in the USA Legalized for use in Italy.
The purpose of the Apostille is to certify the authenticity of the signature on the document; the capacity in which the individual signing the document acted; and the identity of any seal or stamp affixed to the document. The Apostille has nothing to do with verifying that the document is an original or real.
Before the Apostille was accepted you would have to start a cumbersome and time-consuming process of obtaining stamps or a series of certifications known as "legalization".
Since Italy is a signatory to the present Hague Convention, there is no need to visit the Embassy or consular office.

OME OTTENERE I SERVIZI

Certificati del Casellario Giudiziale

Cosa è
Il certificato del Casellario Giudiziale consente la conoscenza delle condanne penali definitive e di alcuni provvedimenti in materia di limitazione della capacità civile esistenti a carico di una determinata persona. Il Casellario Giudiziale rilascia i seguenti certificati:

Certificato Generale: contiene tutte le restrizioni penali e civili o i decreti penali divenuti irrevocabili emessi dal Giudice nei confronti di una persona.
Certificato Penale: contiene i provvedimenti penali di condanna irrevocabili (cioè oggetto di sentenza passata in giudicato) a carico di persone di età superiore ai 14 anni.
Certificato Civile: contiene i provvedimenti relativi alla capacità della persona (interdizione giudiziale, inabilitazione, interdizione legale).
Art. 23 - 24 - 25 - 26 - 29 – 33 T.U. Casellario giudiziale (D.P.R. 313/2002)
Tutti i certificati del casellario giudiziale hanno validità di sei mesi dalla data di rilascio.
Chi può richiederlo
L’interessato o una persona da lui delegata.

Chi lo rilascia
L’Ufficio locale del Casellario giudiziale

Sede: Via Cesare Beccaria, 1 c/o ex Caserma Rossi
Piano: Terra
Telefono: 0861 - 32 65 93/4
Fax: 0861 - 32 65 95
Orario: Dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13.30
Riferimento: Sig.ra Ileana Di Giacopo
Come si richiede
La richiesta del certificato, effettuata su apposito modulo fornito dall’ufficio stesso, va presentata direttamente allo sportello del casellario unitamente ad un documento d’identità o a delega se la richiesta è effettuata da persona diversa dall’interessato insieme a fotocopia del documento d’identità del delegante. È possibile scaricare la modulistica dal sito internet www.procura.teramo.it, alla sezione Modulistica

Costo e Tempi di Rilascio
Certificato generale e civile:

una marca da bollo da € 14,62
una marca per diritti da € 7,08 per le richieste urgenti, con ritiro del certificato in giornata; in questo caso, la richiesta deve essere formulata entro le 11,30
una marca per diritti da € 3,54 se il ritiro avviene dal terzo giorno lavorativo successivo alla richiesta
Certificato penale:

una marca da bollo da € 7,08 per le richieste urgenti, con ritiro del certificato in giornata; in questo caso, la richiesta deve essere formulata entro le 11,30
una marca da bollo da € 3,54 se il ritiro avviene dal terzo giorno lavorativo successivo alla richiesta
Esenzione da bollo
Il certificato ad uso adozione ed uso immigrazione è esente da bollo e diritti.


Certificato delle iscrizioni sul registro notizie di reato

Cosa è
Attesta l’esistenza, nel registro notizie di reato presso la Procura della Repubblica, di iscrizioni di una persona in qualità di indagato o di persona offesa (Art. 18 Legge 8/8/1995, n.332, che sostituisce il comma 3 dell’art.335 c.p.p., vedi 110 Bis Disp. Att.).

Chi può richiederlo
L’interessato o il difensore munito della procura.

Come si richiede
La richiesta va inoltrata all’ufficio preposto presentando:

un documento d’identità del richiedente o la nomina se la richiesta è effettuata dal difensore
Chi lo rilascia

L’Ufficio Ricezione Atti
Sede: Via Cesare Beccaria, 1 c/o ex Caserma Rossi
Piano: 1°
Telefono: 0861 - 32 66 46
Fax: 0861 - 32 66 70
Orario: Dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13.30
Riferimento: Sig. Mario Centorame
Costo e Tempi di rilascio
Tale attestazione è gratuita. L’attestato viene rilasciato entro 7 giorni lavorativi dalla richiesta.


Certificato sanzioni amministrative

Cosa è:
Nel certificato, intestato ad un ente, sono riportate le iscrizioni esistenti nell'anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato, ad eccezione di quelle relative ai provvedimenti di applicazione della sanzione su richiesta ed ai provvedimenti di applicazione della sanzione pecuniaria all'esito del procedimento per decreto, come previsto dall'art. 31 D.P.R. 313/2002 - Testo Unico sul Casellario.
I certificati del casellario giudiziale hanno validità di sei mesi dalla data di rilascio.
Ai sensi dell'art. 46 D.P.R. 445/2000 i fatti e le qualità personali oggetto del certificato delle sanzioni amministrative possono essere autocertificati dall'interessato in sostituzione del certificato emesso dall'ufficio Locale del Casellario Giudiziale.

Chi può richiederlo
Il Legale rappresentante dell’Ente o una persona da questa delegata.

Chi lo rilascia
L’Ufficio locale del Casellario giudiziale

Sede: Via Cesare Beccaria, 1 c/o ex Caserma Rossi
Piano: Terra
Telefono: 0861 - 32 65 93/4
Fax: 0861 - 32 65 95
Orario: Dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13.30
Riferimento: Sig.ra Ileana Di Giacopo
Come si richiede
La richiesta va inoltrata all’ufficio preposto compilando una domanda in carta libera e allegando:

fotocopia non autenticata del documento di riconoscimento del rappresentante legale
fotocopia non autenticata dell’atto dal quale risulta la rappresentanza legale
eventuale atto di delega
busta preaffrancata riportante l’indirizzo del richiedente, se la richiesta viene inoltrata per posta
È possibile scaricare la modulistica dal sito internet www.procura.teramo.it, alla sezione Modulistica

Costo e Tempi di Rilascio

una marca per diritti da € 7,08 per le richieste urgenti, con ritiro del certificato in giornata; in questo caso, la richiesta deve essere formulata entro le 11,30
una marca per diritti da € 3,54 se il ritiro avviene dal terzo giorno lavorativo successivo alla richiesta
busta preaffrancata riportante l’indirizzo del richiedente, se la richiesta viene inoltrata per posta
Certificato degli illeciti amministrativi

Cosa è:
Nel certificato, intestato ad un ente, sono riportate le iscrizioni esistenti nell’anagrafe dei carichi pendenti degli illeciti amministrativi dipendenti da reato, ad eccezione di quelle relative ai provvedimenti di applicazione della sanzione su richiesta ed ai provvedimenti di applicazione della sanzione pecuniaria all'esito del procedimento per decreto, come previsto dall'art. 31 D.P.R. 313/2002 - Testo Unico sul Casellario.
I certificati del casellario giudiziale hanno validità di sei mesi dalla data di rilascio.
Ai sensi dell'art. 46 D.P.R. 445/2000 i fatti e le qualità personali oggetto del certificato possono essere autocertificati dall'interessato in sostituzione del certificato emesso dall'ufficio Locale del Casellario Giudiziale.

Chi può richiederlo
Il Legale Rappresentante dell’ente o una persona da questa delegata.

Chi lo rilascia
L’Ufficio locale del Casellario giudiziale

Sede: Via Cesare Beccaria, 1 c/o ex Caserma Rossi
Piano: Terra
Telefono: 0861 - 32 65 93/4
Fax: 0861 - 32 65 95
Orario: Dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13.30
Riferimento: Sig.ra Luisa Boccanera
Come si richiede
La richiesta va inoltrata all’ufficio preposto compilando una domanda in carta libera e allegando:

fotocopia non autenticata del documento di riconoscimento del rappresentante legale
fotocopia non autenticata dell’atto dal quale risulta la rappresentanza legale
eventuale atto di delega
Costo e tempi di Rilascio

una marca per diritti da € 3,54 se il ritiro avviene dal quinto giorno lavorativo successivo alla richiesta, dopo le ore 12,00
busta preaffrancata riportante l’indirizzo del richiedente, se la richiesta viene inoltrata per posta

Certificato dei carichi pendenti

Cosa è
Attesta l’esistenza di procedimenti penali in corso, nei quali il richiedente abbia assunto la qualità dell’imputato e che non siano ancora definiti con provvedimento irrevocabile. Per i minori di anni 18 tale certificato è rilasciato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni che ha competenza distrettuale.
Art. 60 C.P.P. e art. 27 T.U. Casellario Giudiziale (D.P.R. 313/2002)
I certificati hanno validità di sei mesi dalla data di rilascio.

Chi può richiederlo
L’interessato o una persona da questi delegata.

Come si richiede
La richiesta del certificato va inoltrata all’ufficio preposto presentando:

un documento d’identità
delega se la richiesta è effettuata da persona diversa dall’interessato e fotocopia del documento d’identità del delegante
È possibile scaricare la modulistica dal sito internet www.procura.teramo.it, alla sezione Modulistica

Chi lo rilascia

L’Ufficio locale del Casellario giudiziale, della Procura della Repubblica del luogo di residenza dell’imputato.

Sede: Via Cesare Beccaria, 1 c/o ex Caserma Rossi
Piano: Terra
Telefono: 0861 - 32 65 93/4
Fax: 0861 - 32 65 95
Orario: Dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13.30
Riferimento: Sig.ra Luisa Boccanera
Costo e Tempi di rilascio

una marca per diritti da € 7,08 per le richieste urgenti, con ritiro del certificato in giornata; in questo caso, la richiesta deve essere formulata entro le 11,30
una marca per diritti da € 3,54; in questi casi il rilascio avviene dal 3° giorno lavorativo dalla richiesta
Esenzione da bollo
Il certificato ad uso adozione ed uso immigrazione è esente da bollo e diritti.


Certificato delle iscrizioni sul registro notizie di reato

Cosa è
Attesta l’esistenza, nel registro notizie di reato presso la Procura della Repubblica, di iscrizioni di una persona in qualità di indagato o di persona offesa (Art. 18 Legge 8/8/1995, n.332, che sostituisce il comma 3 dell’art.335 c.p.p., vedi 110 Bis Disp. Att.).

Chi può richiederlo
L’interessato o il difensore munito della procura.

Come si richiede
La richiesta va inoltrata all’ufficio preposto presentando:

un documento d’identità del richiedente o la nomina se la richiesta è effettuata dal difensore
Chi lo rilascia
L’Ufficio Ricezione Atti

Sede: Via Cesare Beccaria, 1 c/o ex Caserma Rossi
Piano: 1°
Telefono: 0861 - 32 66 46
Fax: 0861 - 32 66 70
Orario: Dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13.30
Riferimento: Sig. Mario Centorame
Costo e Tempi di rilascio
Tale attestazione è gratuita. L’attestato viene rilasciato entro 7 giorni lavorativi dalla richiesta.


Certificato di chiusa inchiesta

Cosa è
È un certificato che attesta che il procedimento penale contro ignoti, iscritto in relazione ad un reato avvenuto nel territorio di competenza della Procura, è stato archiviato dal G.I.P. del Tribunale poiché non sono stati identificati i responsabili. Normalmente viene richiesto per fini assicurativi (es. furto del veicolo, incendio, rapina, ecc).

Chi può richiederlo
La parte offesa o una persona da questa delegata.

Chi lo rilascia
L’Ufficio Ricezione Atti della Procura

Sede: Via Cesare Beccaria, 1 c/o ex Caserma Rossi
Piano: 1°
Telefono: 0861 - 32 66 46
Fax: 0861 - 32 66 70
Orario: Dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13.30
Riferimento: Sig. Mario Centorame
Come si richiede
La richiesta del certificato va inoltrata all’ufficio preposto presentando:

un documento d’identità
copia della denuncia di furto qualora non si conoscano gli estremi del procedimento penale
delega se la richiesta effettuata da persona diversa dall’interessato e fotocopia del documento d’identità del delegante
È possibile scaricare la modulistica dal sito internet www.procura.teramo.it, alla sezione Modulistica

Costo e Tempi di rilascio

una marca per diritti da € 3,54
Se il procedimento è stato archiviato il certificato può essere ottenuto in 3 giorni lavorativi dalla richiesta. Se il procedimento non è stato archiviato, i tempi dipendono dall’attività di indagine del P.M. o di definizione del G.I.P.


Rilascio permessi di colloquio

Cosa è:
I familiari delle persone detenute, in relazione a procedimenti penali instaurati dalla Procura della Repubblica, possono chiedere di essere autorizzati al colloquio con il proprio congiunto in stato di detenzione.
La richiesta va presentata al Pubblico Ministero competente per il procedimento, redigendo il relativo modulo. E’ possibile richiedere il rilascio di un permesso PERMANENTE (ossia valido per più visite), ORDINARIO (valido per una sola visita), oppure STRAORDINARIO (valido per una sola visita senza incidenza sul monte ore).
Chi può richiederlo
Ai sensi dell’art. 18 dell’Ordinamento Penitenziario hanno diritto a richiedere il permesso di colloquio i congiunti della persona in stato di detenzione ed anche altre persone, ma particolare favore viene accordato ai colloqui con i familiari.

Chi lo rilascia
La segreteria del Pubblico Ministero competente.

Come si richiede
L'interessato deve presentare:

la richiesta di rilascio del permesso di colloquio debitamente compilata
copia del documento di identità, o, se straniero extracomunitario, copia del permesso di soggiorno o del passaporto con visto d’ingresso in corso di validità.
Qualora il richiedente sia un familiare si deve anche presentare:

certificato di stato di famiglia o residenza, ovvero autocertificazione dello stato di convivenza con la persona detenuta.
Costo e Tempi di rilascio
Non necessitano marche di alcun tipo. Il permesso viene rilasciato dopo 7 giorni lavorativi dalla richiesta.


Ricezione Querele e Denunce

Cosa sono
Querela: in base a quanto riportato nel C.P.P., all’art. 336, comma 2, è definita come querela la dichiarazione nella quale, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, si manifesta la volontà che si proceda in ordine a un fatto previsto dalla legge come reato.
Denuncia: in base a quanto riportato nel C.P.P., all’art. 333, comma 2, è definita come dichiarazione effettuata da persona che ha notizia di un reato perseguibile di ufficio.

Chi può presentarle
La persona offesa o danneggiata o suo procuratore speciale.

Chi le riceve
Se redatta in forma scritta va presentata con documento di identità all’Ufficio REGE

Sede: Via Cesare Beccaria, 1 c/o Palazzo di Giustizia
Piano: 2°
Telefono: 0861 - 32 66 07
Orario: Dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13.30
Riferimento: Dott.ssa Annalisa Bernardi
in caso di presentazione in forma orale, questa va effettuata davanti ad ufficiali di una delle sezioni di Polizia Giudiziaria (ex Caserma Rossi piano 1º)

Costo e Tempi di Rilascio
Per il rilascio di una copia di attestazione della presentazione della denuncia o querela (rilasciata immediatamente):

una marca per diritti da € 3,54
Nota Importante
La querela o denuncia può essere presentata anche presso una Stazione dei Carabinieri o un Posto di Polizia (in questo caso, non è dovuto il pagamento della marca da bollo) e, il sabato, in caso di urgenza presso la Segreteria del P.M. di turno, dalle ore 8.30 alle ore 11.00.


Legalizzazioni ed Apostille

Cosa è
Per gli atti (pubblici o privati) redatti in Italia, da far valere all’estero davanti a un’autorità straniera è prevista la legalizzazione, che consiste nell’attestazione ufficiale dell’autenticità della firma e della qualità della persona che l’ha apposta.
Tra i paesi firmatari della Convenzione dell’Aja del 5/10/1961 e per gli atti da far valere nel territorio degli stati contraenti, l’adempimento richiesto è l’apostille.

Chi può richiederlo
L’interessato.

Chi lo rilascia
La Segreteria Amministrativa della Procura della Repubblica, per atti sottoscritti da notai, pubblici impiegati del Tribunale e della Procura, oppure dell’Archivio di Stato e direttori di carcere; negli altri casi ci si deve rivolgere alla Prefettura

Sede: Via Cesare Beccaria, 1 Palazzo di Giustizia
Piano: 2º piano
Telefono: 0861 - 32 66 19
Orario: Dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13.30
Riferimento: Sig.ra Giulia Chiavaroli – Sig. Achille Lucci
Come si richiede
L’atto da legalizzare o apostillare deve essere depositato presso le Segreteria Amministrativa.

Costo e Tempi di Rilascio
Non sono previsti costi. Il rilascio avviene dal 3° giorno lavorativo dalla consegna.


Autocertificazione

Cosa è:
L’autocertificazione consiste nella facoltà riconosciuta a tutti i cittadini di presentare, in sostituzione dei tradizionali certificati rilasciati dalle pubbliche amministrazioni, dichiarazioni sostitutive, sottoscritte dall’interessato.
Le dichiarazioni sostitutive possono essere presentate alle amministrazioni pubbliche, intendendo con ciò tutte le amministrazioni dello Stato, gli enti di diritto pubblico e le imprese esercenti servizi di pubblica necessità e di pubblica utilità. Le dichiarazioni sostitutive non possono essere utilizzate nei rapporti fra privati, salvo accordo fra le parti, o con l'autorità giudiziaria nello svolgimento di funzioni giurisdizionali. Non è possibile sostituire con autocertificazione i certificati medici, sanitari, veterinari, di origine, di conformità CE, di marchi o brevetti, salvo diverse disposizioni della normativa di settore.
Le dichiarazioni sostitutive hanno la stessa validità temporale prevista per le certificazioni che sostituiscono.

Chi può richiederlo
Possono fare l’autocertificazione:

i cittadini italiani
i cittadini dell’Unione Europea
i cittadini dei paesi extracomunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno, limitatamente ai dati attestabili dalle pubbliche amministrazioni italiane
Cosa si può autocertificare
Il D.P.R. 445/2000 prevede due tipi di dichiarazioni sostitutive

La dichiarazione sostitutiva di certificazione (art. 46 D.P.R. 445/2000)
La dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (art. 47 D.P.R. 445/2000)
La dichiarazione sostitutiva di certificazione (art. 46 D.P.R. 445/2000), consente all’interessato di comprovare mediante dichiarazione sottoscritta i seguenti stati, qualità personali e fatti:

data e luogo di nascita;
residenza;
godimento dei diritti civili e politici;
stato di celibe, coniugato, vedovo o stato libero;
stato di famiglia;
esistenza in vita;
nascita del figlio, decesso del coniuge, dell'ascendente o discendente;
iscrizione in albi, registri o elenchi tenuti dalle pubbliche amministrazioni;
appartenenza ad ordini professionali;
titoli di studio, esami sostenuti;
qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica;
reddito o situazione economica anche ai fini delle concessioni dei benefici di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali;
assolvimento di specifici obblighi contributivi con indicazione dell'ammontare corrisposto;
possesso e numero del codice fiscale, della partita IVA e di qualsiasi dato presente nell'archivio dell'anagrafe tributaria;
stato di disoccupazione;
qualità di pensionato e categoria di pensione;
qualità di studente;
qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili;
iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo;
situazioni relative all'adempimento degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio;
di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l'applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa;
di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali;
qualità di vivenza a carico;
tutti i dati a diretta conoscenza dell'interessato contenuti nei registri dello stato civile;
di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato.
La dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (art. 47 D.P.R. 445/2000). Tutti gli stati, fatti e qualità personali non espressamente previsti nell’elenco sopraindicato, possono essere comprovati dall'interessato, a titolo definitivo, mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà. Il dichiarante può rendere anche dichiarazioni nell'interesse proprio ma riguardanti stati, qualità personali e fatti relativi ad altri soggetti di cui egli abbia diretta conoscenza.

Dichiarazioni non veritiere
Le amministrazioni che ricevono le dichiarazioni sostitutive sono tenute ad effettuare idonei controlli, anche a campione, e in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli 46 e 47. Rilasciare dichiarazioni non vere, formare atti falsi o farne uso nei casi previsti dal D.P.R. 445/2000 è punito secondo il codice penale e le leggi speciali in materia (art.76 D.P.R. 445/2000). L'esibizione di un atto contenente dati non più rispondenti a verità equivale ad uso di atto falso. Ai sensi dell'art. 75 D.P.R. 445/2000 qualora emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, il dichiarante decade dai benefici conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.



STANDARD DI SERVIZIO

L’impegno verso la qualità
La Procura di Teramo si impegna a gestire la propria Carta dei Servizi in maniera tale da:

garantire il suo aggiornamento con una cadenza annuale, garantendo altresì il suo immediato adeguamento in caso di variazione delle indicazioni riportate sulla Carta
individuazione, nel corso del primo anno di sua applicazione, di standard prestazionali dei servizi erogati, mediante una misurazione dei tempi di erogazione in condizioni di normale operatività
effettuare e pubblicare i risultati di indagini di customer satisfaction rivolte a coloro che utilizzano i servizi
definire, sulla base delle indagini di customer satisfaction, percentuali di miglioramento delle proprie prestazioni, anche attivando percorsi di miglioramento basati su una maggiore diffusione dei servizi on line
Gli Standard di servizio (orari di apertura sportelli, tempi di rilascio, validità documenti, aggiornamenti, reclami, proposte, etc.)

Nelle successive revisioni della Carta dei Servizi, la Procura di Teramo si impegna a indicare, per tutti i servizi individuati nel precedente capitolo:

quantità di atti rilasciati
tempi di rilascio
percentuale atti rilasciati nei tempi
indicatore di miglioramento
percentuale atti richiesti via Internet
Tali indicatori terranno conto di questi due aspetti fondamentali

Rapporto orari apertura sportelli / orario di lavoro complessivo della dotazione organica dell’ufficio
Rapporto personale addetto agli sportelli / Personale complessivo dotazione organica dell’ufficio

i sono 166 uffici [1 – 10] in base ai criteri di ricerca selezionati :
Procura della Repubblica presso il Tribunale di ACQUI TERME
Corso Italia, 28 15011 - ACQUI TERME
telefoni: 0144 - 328300
fax: 0144 - 320702
e-mail: procura.acquiterme@giustizia.it


Procura della Repubblica presso il Tribunale di AGRIGENTO
Via Mazzini 92100 - AGRIGENTO
telefoni: 0922 - 527111 (centralino)
0922 - 527275 / 239 (segreteria del Procuratore)
0922 - 527213 (Dirigente)
0922 - 527247 (cancelleria penale)
fax: 0922 - 603883
0922 - 619397 (segreteria Procuratore)
0922 - 603626 (segreteria amministrativa Dirigente)
e-mail: procura.agrigento@giustizia.it
Info: Liquidazione spese di giustizia online


Procura della Repubblica presso il Tribunale di ALBA
Piazza Medford, 1 12051 - ALBA
telefoni: 0173 - 445310 (centralino)
fax: 0173 - 362771
e-mail: procura.alba@giustizia.it
Sito web: www.procura.alba.giustizia.it
Info: Liquidazione spese di giustizia online


Procura della Repubblica presso il Tribunale di ALESSANDRIA
Corso Crimea, 81 15100 - ALESSANDRIA
telefoni: 0131 - 284311 (centralino)
0131 - 284121 (segreteria affari generali)
0131 - 284316 (segreteria penale)
0131 - 284125 (segreteria dibattimento)
0131 - 284164 (ufficio esecuzioni)
0131 - 284323 (casellario giudiziario)
0131 - 284373 (spese di giustizia)
0131 - 284322 (segreteria civile)
fax: 0131 - 252463 (segreteria affari generali)
0131 - 52297 (segreteria penale)
0131 - 284127 (segreteria dibattimento)
0131 - 284406 (esecuzioni penale)
0131 - 284545 (casellario giudiziario)
e-mail: procura.alessandria@giustizia.it (segreteria affari generali)
rege.procura.alessandria@giustizia.it (segreteria penale)
cancelleria.dibattimento.procura.alessandria@giustizia.it (segreteria dibattimento)
cancelleria.esecpenali.procura.alessandria@giustizia.it (ufficio esecuzioni)
casellario.procura.alessandria@giustizia.it (casellario giudiziario)
liquidazioni.procura.alessandria@giustizia.it (spese di giustizia)
civile.procura.alessandria@giustizia.it (segreteria civile)
C.F.: 80051790063
Festività locale: 10 novembre
Info: Liquidazione spese di giustizia online


Procura della Repubblica presso il Tribunale di ANCONA
Corso Mazzini, 95 60121 - ANCONA
telefoni: 071 - 5062059
fax: 071 - 5062357
e-mail: procura.ancona@giustizia.it
Info: Liquidazione spese di giustizia online


Procura della Repubblica presso il Tribunale di AOSTA
Via Ollietti, 1 11100 - AOSTA
telefoni: 0165 - 306201 / 237
fax: 0165 - 363890
e-mail: procura.aosta@giustizia.it
Info: Liquidazione spese di giustizia online


Procura della Repubblica presso il Tribunale di AREZZO
Piazza G. Falcone e P. Borsellino, 1 52100 - AREZZO
telefoni:  0575 - 1738 (centralino)
0575 - 1738363 / 364 (ufficio informazioni)
0575 - 1738307 / 308 (segreteria amministrativa)
0575 - 1738367 (ricezione atti)
0575 - 1738366 (casellario giudiziale)
0575 - 1738353 (esecuzioni penali)
0575 - 1738355 (ufficio del dibattimento)
fax:  0575 - 1738309 (segreteria amministrativa)
0575 - 1738365 (ricezione atti)
0575 - 1738369 (casellario giudiziale)
0575 - 1738354 (esecuzioni penali)
0575 - 1738358 (ufficio del dibattimento)
e-mail: procura.arezzo@giustizia.it
Info: Liquidazione spese di giustizia online


Procura della Repubblica presso il Tribunale di ARIANO IRPINO
Piazza Enea Franza (Senatore) s.n.c. 83031 - ARIANO IRPINO
telefoni: 0825 - 829246/226 - 236 Segreterie Magistrati Sostituti Procuratori: Dr. De Stefano Arturo 0825/829245 Dr.ssa Michela Palladino 0825/829207  Dr.ssa Marina Campidoglio 0825/829228/222
fax: 0825 - 829226
e-mail: procura.arianoirpino@giustizia.it
URP: 0825/829233 - 829246
C.F.: 81003810645
Sito web: www.giustiziacampania.itil collegamento apre una nuova finestra
Festività locale: 23 marzo


Procura della Repubblica presso il Tribunale di ASCOLI PICENO
Piazza Orlini, 1 63100 - ASCOLI PICENO
telefoni: 0736 - 271297
fax: 0736 - 257234
e-mail: procura.ascolipiceno@giustizia.it
Festività locale: 5 agosto
Info: Liquidazione spese di giustizia online


Procura della Repubblica presso il Tribunale di ASTI
Via Govone, 9 14100 - ASTI
telefoni: 0141 - 388111 (centralino)
fax: 0141 - 388350
e-mail: procura.asti@giustizia.it
Info: Liquidazione spese di giustizia online

 
At www.apostilleofdocuments.com, the privacy of our visitors is of extreme importance to us. This privacy policy document outlines the types of personal information is received and collected by www.apostilleofdocuments.com and how it is used. Log Files Like many other Web sites, www.apostilleofdocuments.com makes use of log files. The information inside the log files includes internet protocol ( IP ) addresses, type of browser, Internet Service Provider ( ISP ), date/time stamp, referring/exit pages, and number of clicks to analyze trends, administer the site, track user’s movement around the site, and gather demographic information. IP addresses, and other such information are not linked to any information that is personally identifiable. Cookies and Web Beacons www.apostilleofdocuments.com does not use cookies. DoubleClick DART Cookie .:: Google, as a third party vendor, uses cookies to serve ads on www.apostilleofdocuments.com. .:: Google's use of the DART cookie enables it to serve ads to users based on their visit to www.apostilleofdocuments.com and other sites on the Internet. .:: Users may opt out of the use of the DART cookie by visiting the Google ad and content network privacy policy at the following URL - http://www.google.com/privacy_ads.html Some of our advertising partners may use cookies and web beacons on our site. Our advertising partners include .... Google Adsense These third-party ad servers or ad networks use technology to the advertisements and links that appear on www.apostilleofdocuments.com send directly to your browsers. They automatically receive your IP address when this occurs. Other technologies ( such as cookies, JavaScript, or Web Beacons ) may also be used by the third-party ad networks to measure the effectiveness of their advertisements and / or to personalize the advertising content that you see. www.apostilleofdocuments.com has no access to or control over these cookies that are used by third-party advertisers. You should consult the respective privacy policies of these third-party ad servers for more detailed information on their practices as well as for instructions about how to opt-out of certain practices. www.apostilleofdocuments.com's privacy policy does not apply to, and we cannot control the activities of, such other advertisers or web sites. If you wish to disable cookies, you may do so through your individual browser options. More detailed information about cookie management with specific web browsers can be found at the browsers' respective websites.
Back to content | Back to main menu